Il mio Be-Wizard! : condivisione di sapere, gioia di apprendere

 

Il mio Be-Wizard! : condivisione di sapere, gioia di apprendere

Posted by lara.badioli in Blog, formazione, marketing, social, turismo 23 Mar 2014

Be Wizard: la mia esperienza!

Reduce da due giorni impegnativi: il Be-Wizard! a Rimini, evento di pregio sulle anticipazioni e le nuove tendenze nel mondo del web-marketing.

Ho seguito principalmente il modulo del turismo, e sono orgogliosa di dire che è stata un’esperienza forte professionalmente, formativa, che mi lascia principi da mettere in pratica da subito, ora, #rightnow.

Ho appreso infatti i vantaggi di narrare storie in tempo reale, per “umanizzare il proprio brand” (David Meerman Scott docet) e strumenti per uscire dal “sea of sameness” del mondo dell’accoglienza e dell’hotellerie, per affrontare con nuove sfide la crisi (che, come viene riassunto magistralmente nell’idioma cinese della parola, significa problema ma anche opportunità). E qui ho avuto la fortuna di ascoltare Chekitan Dev, dalla Cornwell University.

Ma non è questo che nel mio blog personale voglio mettere in luce.

E’ stato bellissima la nuvola di tweet, esclamazioni, apprezzamenti, consigli che da sala a sala si connettevano con gli utenti sotto un unico abbaraccio virtuale, l’hashtag #bewizard. Io stessa seguivo i tweet che arrivavano dalla sezione di Retargeting (che non potevo seguire perché non ho il dono dell’ubiquità, che sarebbe stato gradito in questo caso) e qualcuno retweettava i miei cinguettii dalle stanze vicine. Ma non solo, ci sono state tante voci di persone che interagivano da casa loro. Molte persone hanno seguito l’evento in realtime da tutte le parti d’Italia e qualcuno dall’America. E la nuvola è stata talmente ampia da generare più di settemila e quattrocento tweet. Ecco le statistiche di Topsy.

Be Wizard

E dirò che è stata una piacevole sensazione leggere simili commenti:

Come ha detto Justin Cutroni, relatore che ho ascoltato la prima mattina, i dati vanno condivisi come l’amore, e questa voglia di condividere è sintomo di una coscienza legata al web ispirata alla crescita collettiva. Felice che sia così!

E un altro lato positivo dell’evento voglio raccontare: l’atmosfera distesa, la stima reciproca, la voglia di ascoltarsi nelle sessioni altrui del relatori. Sembravano parte di un tutto, e ciò si è riflesso nell’allure piacevole che ha avvolto tutto il Be-Wizard! .

Guardate che belli che sono, in questo “selfie”:

David Meerman Scott, Paolo Zanzottera, Justin Cutroni, Chekitan Dev, Greg Jarboe, Giordiana Francini, Alex Kornfeind.

Aggiungiamoci una buona connessione Wi-Fi, bravi interpreti, kit di cortesia con un bel blocco per gli appunti, la barretta spezzafame e l’energy drink.

Aggiungiamo la gioia di comunicare e la consapevolezza di essere parte di un mondo importante (il web) che cresce e che sa di futuro: ecco il mio Be-Wizard!

Be Wizard

Share this:

Sorry, the comment form is closed at this time.